Quante volte ti è capitato di spruzzare una fragranza e di non sentirla più dopo poco tempo?
Spesso succede di spruzzare il profumo sulla pelle o sugli abiti e di non sentirli più dopo poco…perché succede? Come risolvere questo inconveniente? Oggi ti spieghiamo perché a volte capita e come rimediare.
Certamente un profumo di buona qualità ha tra le sue caratteristiche principali una buona persistenza: allora perché capita di non sentire più nessuna traccia del proprio profumo, anche lo si è spruzzato da poco?
Non solo una questione di qualità del profumo, ma anche della sua struttura. Infatti, è dimostrato come le note di testa non solo sono le prime a venire percepite, ma sono anche le prime a volatilizzarsi, mentre le note di fondo, ovvero le ultime che sentiamo, sono le più persistenti sulla pelle. C’è anche da valutare la quantità di alcool presente nel profumo e il distinguo tra eau de toilette e eau de parfum: la prima molto più leggera e instabile della seconda.
Di certo esistono delle “regole” per far durare di più un profumo o per farlo sentire di più. Ne abbiamo parlato QUA!
Una di queste è la classica distribuzione del profumo nelle aree più calde del corpo: avambracci, polsi, collo, decolleté. Il calore rende il profumo immediatamente più percepibile, anche se un buon profumo di qualità persiste al di là della zona nella quale viene spruzzato.
Un altro trucco è quello di idratare la pelle. Non tutti sanno infatti che i grassi e gli oli prodotti naturalmente dalla nostra pelle aiutano tantissimo la persistenza e l’intensità del profumo. Idratare bene la pelle, meglio ancora se con una crema dalla fragranza affine al nostro profumo, renderà il tutto un’esperienza sensoriale più integrale e dalla durata maggiore.
Se escludiamo una scarsa qualità del prodotto in sé, il motivo principale per il quale non senti più il profumo è l’abitudine.
Infatti, sappi che non stai facendo nulla di sbagliato nell’applicazione, né tantomeno il profumo è andato a male. Il nostro naso è un abitudinario: dopo poco tempo l’esposizione ad un certo profumo diviene quasi nulla. Sento il profumo appena applicato ma dopo qualche minuto è come se sparisse. Eppure le fragranze, anche le più leggere, non “evaporano nel nulla”: in realtà, semplicemente il nostro naso si è abituato e il cervello presta più attenzione a odori e fragranze nuovi. Si tratta dunque di un meccanismo sensoriale innato.
Il nostro cervello attraverso l’olfatto decodifica il mondo circostante in un primordiale processo di studio di ciò che è buono e ciò che è un potenziale pericolo. Dunque, sempre in allerta, una volta percepito, assorbito e decodificato uno stimolo odoroso (come il tuo stupendo profumo appena spruzzato), passa oltre: all’odore del caffè nella moka, agli odori che entrano appena apri le finestre al mattino, all’odore degli interni della tua auto, e così via. Inoltre, è stato osservato che siamo molto più recettivi agli odori al mattino appena svegli, per questo motivo abbiamo l’impressione che il profumo svanisca nell’arco della giornata. In realtà gli altri lo percepiscono mentre noi no.
 
Per disabituare il tuo naso puoi invece variare le fragranze che utilizzi, ad esempio una più fresca e leggera per la mattina e una più calda e vibrante per la sera. Inoltre, è un'ottima scusa per testare e apprezzare nuove fragranze!
Nel nostro shop puoi trovare tanti profumi tutti da provare per trovare non solo il tuo preferito, ma anche un valido sostituto per quando “non lo senti più”!